Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 16 Dezembro 2018 - 20:12 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 16 Dicembre 2018 - 23:12
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
bra
FIRMATO IMPORTANTE ACCORDO TRA L’INSS BRASILIANO ED I PATRONATI ITALIANI OPERANTI IN BRASILE.
 
 
 
 

Il 18 settembre scorso, grazie all’importante lavoro di coordinamento della Commissione Assistenza del Comites di San Paolo, presieduta dal Consigliere Sig.ra Natalina Berto, dopo anni di trattative da parte dei Patronati, è stato firmato un accordo di cooperazione con l’INSS locale.

L’incontro si è svolto nella Sede del COMITES di San Paolo. Erano presenti, il Console Generale d’Italia, Min. Plen. Marco Marsilli, il Segretario Esecutivo del Ministero della Previdenza Sociale Dott. Carlos Eduardo Gabbas insieme ai rappresentanti legali dell’INSS ed i responsabili dei Patronati ACLI, ENAS, ENASCO, INAS e ITAL-UIL.

Per il Patronato Enas Brasile era presente il Presidente Mario Antonio Turnaturi che ha firmato l`accordo.

Ha fatto gli onori di casa la Sig.ra Rita Blasioli Costa, Presidente del Comites di San Paolo insieme con altri consiglieri del Comitato degli Italiani all’Estero.

L’accordo stipulato ha come obiettivo il riconoscimento legale dei Patronati da parte dell’INSS, al fine di poter rendere più agili i processi di pensione tra i due paesi, garantendo una migliore assistenza nel corso dell’intero procedimento.

L’accordo firmato è una delle ultime tappe di un processo che va avanti da anni, processo questo, che è basato sui diritti garantiti da accordi internazionali bilaterali tra Italia e Brasile.

A partire dalla pubblicazione ufficiale sul “Diario Oficial da União” , i Patronati potranno intervenire presso le sedi dell’INSS su tutto il territorio nazionale per seguire tutto il procedimento delle richieste pensionistiche dei loro assistiti, che saranno più agili in quanto si potrà fare affidamento anche sulla modernizzazione dei sistemi e dei servizi, oltre ad essere gli interlocutori di riferimento quanto alle problematiche che potrebbero sorgere nei procedimenti previdenziali tra l’INSS brasiliano e l’INPS italiano.