Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 16 Dezembro 2018 - 20:12 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 16 Dicembre 2018 - 23:12
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
bra
ALLE TERME, PAGA L'INPS" CURE TERMALI: SI INIZIA IL 29 MAGGIO
 
 
 
 


"Alle terme, paga l'Inps" Cure termali: si inizia il 29 maggio.Termini incomprensibili, pratiche improbabili, trattamenti bizzarri. Diario semiserio di un cliente critico con i nuovi guru del massaggio e i teorici del tour de force estetico.

CURE TERMALI: SI INIZIA IL 29 MAGGIO

Alberghi con almeno tre stelle. Stabilimenti di cura classificati dalla Sanità ai livelli A o B. Accurate visite mediche prima delle cure effettive. Fanghi, bagni e docce, oppure inalazioni, aerosol, polverizzazioni. Camere a due letti con servizi igienici, acqua corrente calda e fredda e temperatura degli ambienti non inferiore ai 20 gradi. Vitto sostanzioso tra colazione, pranzo e cena, con pastasciutte, minestre, carni e pesci quali piatti forti. Vitto, alloggio, cure: tutto gratis. Ecco il ventaglio dei servizi che l'Inps mette a disposizione dei propri assicurati (lavoratori dipendenti e autonomi) che hanno chiesto le cure termali per l'anno 2006, cure autorizzate dai medici Inps dietro apposita visita.

Tredici cicli

Si parte con il prossimo 29 maggio. Il calendario di quest'anno prevede 13 cicli di cure di due settimane l'uno. Primo turno 29 maggio – 10 giugno. A seguire 12-24 giugno. E così via fino all'ultimo ciclo 13-25 novembre.

Gli alberghi

Agli interessati, cui è stata accettata la domanda, viene inviato l'elenco delle strutture a disposizione (si va da Abano (Pd) a Villamaina (Av), a titolo di esemplificazione alfabetica).

Le strutture si dividono in due categorie: quelle che hanno le terme al loro interno, quelle che avviano i curandi a stabilimenti esterni ad esse collegati (se sono lontani più di 300 metri deve esserci il servizio gratuito di navetta). Le persone prenderanno diretti contatti con la struttura prescelta almeno 10 giorni prima dell'inizio del turno scelto (i più gettonati sono ovviamente quelli di luglio-agosto-settembre) per verificare se esiste la disponibilità di posti.

Due settimane

I turni hanno la durata di due settimane: dal lunedì della prima settimana al sabato delle seconda. In pratica 13 giorni di soggiorno completo di cui 12 di cure. L'arrivo è previsto per il pomeriggio della domenica precedente l'inizio. Quindi , se ci riferiamo al primo turno, entro domenica 28 maggio.

Requisiti

er passare le acque sono necessari due requisiti:
- contributivo: almeno cinque anni di assicurazione Inps e tre anni di contributi versati nel quinquennio precedente la domanda,
- sanitario: avere malattie artropatiche (reumatismi) o delle vie respiratorie (bronco-catarrali).
Non sono concesse alle persone che sono già in pensione: si fa eccezione per i titolari di assegno di invalidità. Le cure sono riconosciute al singolo assicurato per un massimo di cinque anni; per casi particolari i medici possono autorizzare qualche anno in più.

La domanda

Le cure termali vanno chieste un anno per l'altro. Nel modulo di domanda (si può chiedere a qualsiasi ufficio dell'Ente di previdenza, ed è possibile anche servirsi dell'assistenza gratuita degli enti di patronato) è inserito il certificato che va compilato dal medico di fiducia per indicare la malattia per le quali sono chieste le terme.

Il costo

Restano a carico del lavoratore il ticket sanitario e le spese per il viaggio.

Nel capitolo costo possiamo far rientrare anche l'impossibilità di avere congedi retribuiti per le cure, che quindi costringono a consumare una parte delle ferie, o in alternativa una aspettativa senza busta paga.

Fonte:
Panorama.it
Bruno Benelli