Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 14 Dezembro 2018 - 08:22 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 14 Dicembre 2018 - 11:22
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
bra
VI SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO
 
 
 
 

La “Settimana della Lingua Italiana nel Mondo” è dal 2001 l'evento di punta della strategia di promozione linguistica del Ministero degli Affari Esteri ed ha raggiunto nelle varie edizioni sempre maggiore ampiezza, raggiungendo nel 2005 il numero complessivo di oltre 1000 eventi in circa 80 paesi. La manifestazione illustra ogni anno un tema specifico scelto da un'apposita Commissione. Per il 2006 ha come tema conduttore Il cibo e le feste nella lingua e nella cultura italiana, e vede la partecipazione dell'attrice Ornella Muti e del cuoco Alfonso Iaccarino, che hanno interpretato un video promozionale sulla “Settimana”.

Come nelle precedenti edizioni, la VI edizione della Settimana della lingua italiana nel mondo viene organizzata dalla Direzione Generale per la Promozione e Cooperazione Culturale del Ministero degli Esteri con la diretta collaborazione dell'Accademia della Crusca e con la partecipazione di enti pubblici e privati interessati alla diffusione della lingua italiana all'estero, tra i quali in particolare la Società Dante Alighieri, La RAI, l'Unione Latina e l'Accademia degli Incamminati. E' stato concesso, come negli anni scorsi, l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Il tema della Settimana della Lingua italiana nel mondo (Il cibo e le feste nella lingua e nella cultura italiana) ha il pregio di attirare l'attenzione su forme di cultura materiale, quali le feste, le tradizioni, le usanze gastronomiche locali, particolarmente varie e ricche di suggestioni nel panorama italiano. Fin dall'antichità il concetto di “festa” comporta, infatti, uno stretto collegamento con aspetti della “cultura materiale” di ogni popolo ed in particolare con la tradizione alimentare. E' in questo contesto che potranno essere attinti numerosi spunti di riflessione ed eventualmente confronti con aspetti analoghi di altre culture. Il tema porrà anche spunti di riflessione linguistica: dalle variazioni dialettali ai vari registri della lingua. Potranno, altresì, essere sviluppate tematiche che riguardano eventuali connessioni tra folklore regionale, tradizioni gastronomiche, raffigurazioni artistiche o aspetti nutrizionali, che permetteranno di spaziare, tramite conferenze, mostre, proiezioni, ecc, anche nei campi etnoantropologico e storico-sociale.

Sono stati, inoltre, riproposti il concorso letterario “Scrivi con me”, rivolto agli studenti italiani e stranieri di istituzioni scolastiche italiane all'estero ed il concorso per studenti universitari. Per il primo la scrittrice Alessandra Lavagnino ha realizzato il racconto intitolato “Il maestro delle Colombe” che, privato del suo finale, è stato diffuso, a cura dell'Ufficio IV della DGPC, agli studenti delle scuole secondarie italiane all'estero, affinché elaborino una propria personale conclusione.

Il concorso per gli studenti dei Dipartimenti di italiano presso le Università straniere prevede la redazione di un elaborato dal titolo “Oggi cucino all'italiana. Amici, ricordi, progetti, sapori in una giornata dedicata al mio italiano”. In esso ogni studente dovrà descrivere o immaginare un'occasione particolare in cui ha conosciuto la cucina italiana o vorrebbe mettersi alla prova realizzando ricette tipiche della tradizione italiana. Presso le Università in cui operano i lettori di ruolo inviati dal MAE i risultati del concorso saranno resi noti all'interno della Giornata del lettore d'italiano, iniziativa della Settimana che intende valorizzare l'insegnamento della lingua a livello universitario.

Fonte:
Ministero Affari Esteri