Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 15 Dezembro 2018 - 16:35 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 15 Dicembre 2018 - 19:35
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
INCREDIBILE! LE ELEZIONI DEI COMITES RINVIATE DI ALTRI DUE ANNI
 
 
 
 

Il Comunicato Stampa appena diramato sul rinvio delle elezioni dei Comites e, di conseguenza, del CGIE dalla Farnesina
Italiani all’Estero. Impegno della Farnesina per Comites e CGIE.
Su impulso del Ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi, la Farnesina, anche attraverso l’intera rete diplomatico-consolare all’estero, è impegnata a sostenere e valorizzare il ruolo ed il contributo fornito dagli organismi rappresentativi delle collettivita` italiane all`estero, Comitati degli Italiani all’Estero (Comites) e Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE), in tutti gli ambiti di attività della promozione dell’immagine e degli interessi del Paese e delle rispettive comunità nei settori economico, culturale, sociale e politico.
In consultazione con le realtà rappresentative degli italiani all’estero e sulla base delle indicazioni emerse dai dibattiti parlamentari, il Ministero degli Esteri è in particolare impegnato a promuovere in tempi rapidi la riforma legislativa dei Comites e del CGIE e in tale contesto il 25 maggio 2012 il Consiglio dei Ministri ha approvato un Decreto Legge che dispone nuove modalità di voto per rinnovare i Comites e, conseguentemente, il CGIE. Le elezioni del 2012 vengono temporaneamente rinviate, ma dovranno in ogni caso aver luogo nel 2014. Viene per la prima volta prevista la votazione mediante tecnologia informatica, nel rispetto dei principi di personalità e segretezza del voto. Gli attuali componenti dei Comites e del CGIE rimangono in carica.
Il provvedimento è stato approvato con carattere di urgenza e si è reso necessario per esigenze di coerenza del rinnovo degli organismi rappresentativi con un quadro normativo aggiornato, di riforma legislativa  e di razionalizzazione della relativa spesa.
Nel sottolineare l’encomiabile opera svolta dai Comitati e dal Consiglio Generale attualmente in carica, animati da un forte spirito di volontariato, il Ministro Terzi esprime l’auspicio che tale impegno possa proseguire nel superiore interesse del Paese e delle collettività italiane all’estero.

Il Segretario Generale del Cgie ha scritto questa lettera:
Care e cari Consiglieri del CGIE e care e cari Presidenti e Consiglieri dei COMITES.
non vi nascondo la mia più forte sopresa e stupore rispetto al provvedimento che il Consiglio dei Ministri , ha adottato questo 25 Maggio 2012, che rinvia ancora per due anni le elezioni dei COMITES e del CGIE.
Non credo che ci siano parole adeguate per esprimere la più grande indignazione e irritazione per la totale non considerazione che il Ministro degli Esteri ha nei confronti degli italiani all`estero e le loro rappresentanze democratiche.
Il Ministro degli Afferi Esteri ha agito quasi in clandestinità giustificandosi con argomenti a dir poco non corrispondenti alla verità, falsi e tendenziosi.
Questa mattina ho avuto un colloquio telefonico con il Ministro Cornado, capo di gabinetto, al quale ho chiesto ancora una volta di poter incontrare il Ministro anche in previsione del prossimo Comitato di Presidenza, convocato per il 5/6 giugno. Egli con molta cortesia mi ha rassicurato che avrebbe riferito al Ministro ,  ma ha omesso di informarmi della decisione del Consiglio dei Ministri, anche se l`argomento elezioni  é stato al centro della nostra conversazione telefonica.
Considero tutto questo comportamento non corretto, ingiusto e irrispettoso verso i milioni di italiani che vivono all`estero, verso le loro Istituzioni democratiche rappresentative .
Voglio solo sottolineare, come la Francia, ha solo 15 giorni fà organizzato, per ben due turni, per i propri cittadini che vivono nel Mondo,( 2.5 milioni) le elezioni Presidenziali organizzando, nel Mondo,  centinai di seggi elettorali e  la possibilità anche di voto elettronico . Si appresta a ripetere ancora per due turni la stessa operazioni per le elezioni legislative. Un Paese, la Francia, che rispetta i diritti dei propri cittadini , ovunque essi vivono cosi come le proprie leggi.
Il Comitato di Presidenza che si riunirà la settimana prossima prenderà ogni utile e idonea iniziativa al fine di impedire la conversione il legge del citato decreto.
Un caro saluto
Elio Carozza, Segretario generale del CGIE

 

Fonte:
L`Italiano