Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 17 Dezembro 2018 - 07:55 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 17 Dicembre 2018 - 10:55
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
INPS, VOLA LA SPESA DELLE PENSIONI IN 10 ANNI SERVONO 182 MILIARDI, PARI ALL`11% DEL PIL
 
 
 
 
Vola la spesa per le pensioni negli ultimi dieci anni, con un incremento del 37,4%, secondo l`ultimo rapporto Inps: dai 133,1 miliardi del 2002 ai 182,9 del 2011, quasi 50 miliardi in più. Gli aumenti sono continuati, negli anni, segnando però un rallentamento della crescita: da un aumento del 6,4% nel 2003 a un +2,5% nel 2011 rispetto all`anno precedente. La spesa pensionistica cresce anche in rapporto al Pil: dal 10,3% del 2002 all`11,6% del 2011.

La maggior parte della spesa viene ovviamente assorbita dagli assegni previdenziali, che registrano un incremento del 41,6%, passando da 120,4 a 170,5 miliardi (+50 miliardi), mentre l`aumento percentuale rispetto al Pil è stato pari a 1,5 punti percentuali, passando da 9,3% a 10,8%. 

In forte aumento anche la spesa per gli assegni sociali e vitalizi, che passano da 3,2 miliardi del 2002 a 4,2 mld dello scorso anno, con un incremento del 31,5%. Per i pensionamenti anticipati si passa da 1,2 miliardi a 1,6 miliardi, con un incremento del 35,4%; mentre per gli invalidi civili la spesa è aumentata del 12,2% (da 3,3 a 3,7 miliardi). In controtendenza la spesa per le pensioni nel settore agricolo (Cdcm ante 1989), dove si registra un calo del 43,6% (da 4,9 a 2,8 miliardi).

Sale la spesa, ma scende il numero dei pensionati. Analizzando i diversi tipi di pensionamento, emerge che i lavoratori dipendenti andati in pensione di vecchiaia sono diminuiti del 36,6%, mentre i lavoratori autonomi del 35,1%.

Più leggera la contrazione per le pensioni di anzianità, i lavoratori dipendenti sono diminuiti del 19,2%, mentre i lavoratori autonomi del 38,2%. Il numero di lavoratori dipendenti andati in pensione con il sistema misto (vecchiaia e anzianità) è sceso del 26,9% mentre gli autonomi sono diminuiti del 36,5%.
 
Fonte:
TG Com 24