Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 14 Dezembro 2018 - 12:58 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 14 Dicembre 2018 - 15:58
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
PENSIONI 2013, LA RIFORMA FORNERO METTE IN PERICOLO ANCHE LE NUOVE
 
 
 
 

Pensioni 2013 sempre più a rischio per effetto della riforma Fornero: già qualche giorno fa il presidente dell`INPS, Antonio Mastropasqua, annunciava una possibile insolvenza dell`istituto in un futuro per niente lontano. Secondo i dati del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell`Inps il possibile stato di insolvenza sarebbe determinato da una decurtazione di ben 26 miliardi nel giro di soli due anni che hanno portato le riserve da un ammontare di 41 alle attuali di appena 15 miliardi.

Questa decurtazione è scaturita dalla fusione tra Inpdap e Inps della riforma Fornero: l`ente che è stato assorbito annoverava nel bilancio una situazione deficitaria di ben 10 miliardi di euro. A questi si aggiungono altri trenta miliardi di buco causati dalle Pubbliche amministrazioni, non pagando i contributi pensionistici a moltissimi dipendenti

Il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza ha ammonito che se si continuerà con questo trend, presto a farne le spese non saranno più solo i giovani, i più penalizzati, ma i fondi potrebbero presto mancare anche per le pensioni degli anziani poste già in essere. La data "x" entro cui bisogna assolutamente intervenire sarebbe, secondo una lettera indirizzata dallo stesso Mastropasqua a Fornero e Grilli, quella del 2015. A partire da allora l`Inps potrebbe non avere più i soldi necessari per liquidare le pensioni, non solo le nuove ma anche quelle già poste in essere.

Nel frattempo sono aumentati i contributi obbligatori per l`anno 2013, ma i conti dell`ente non tornano lo stesso: sono previsti 213,7 miliardi di introito per l`anno corrente ma l`esborso supera di gran lunga gli incassi, aggirandosi attorno alla cifra di 265,8 miliardi. Data la preoccupante situazione, si rendono necessari approfonditi controlli e contromisure da prendere in tempi brevi. Per bilanciare gli effetti della riforma Fornero sulle pensioni, sarebbero già al vaglio dell`Istituto di Previdenza Sociale delle prove per ulteriori tagli.

 

Fonte:

Supermoney news