Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 17 Dezembro 2018 - 15:08 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 17 Dicembre 2018 - 18:08
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
BRASILE, POPOLARITÀ ROUSSEFF CROLLA DEL 27%
 
 
 
 

Sondaggio Datafolha: consenso dal 57 al 30%, pesano le proteste e la gestione economica del paese

 

 Fiducia ai minimi storici per il presidente del Brasile Dilma Rousseff, che a causa delle proteste che da settimane infiammano il paese ha visto la sua popolarità scendere di 27 punti percentuali, passando dal 57 per cento di marzo all’attuale 30 per cento. Il sondaggio, condotto nei giorni scorsi da Datafolha Institute, ha messo in luce il continuo calo di popolarità della Rousseff negli ultimi mesi, prima in scia all’aumento dell’inflazione e dei tassi di interesse, poi per l’ondata di manifestazioni che hanno investito le maggiori città brasiliane.

La flessione si è infatti riscontrata in tutte le regioni del Brasile, in tutte le fasce di età, classe sociale e livelli di istruzione della popolazione. Si tratta del calo di popolarità maggiore dal 1990, quando l’allora presidente Fernando Collor de Mello - che aveva confiscato i risparmi dei brasiliani – era passato dal 71 al 36 per cento.

A pesare sul giudizio dei brasiliani, in questo caso, è più che altro la gestione economica del paese: a marzo il 49 per cento degli intervistati la riteneva infatti buona, ora la percentuale è scesa al 27 per cento. Inoltre l’aspettativa che l’inflazione rimanga elevata è passata dal 51 a 54 per cento, così come l’attesa per un aumento della disoccupazione, dal 36 al 44 per cento.

 

Fonte:
Il Velino.it