Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 15 Dezembro 2018 - 19:04 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 15 Dicembre 2018 - 22:04
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
ECCO BIRMAN, RE DELLE SCARPE BRASILIANO: “IL NOME AREZZO? UN DITO SULLA MAPPA”
 
 
 
 
birmen-e-signora

“Ci hai fatto un regalo grande e credo di interpretare il desiderio e l’emozione di noi tutti nel riceverti in Palazzo comunale” . Con queste parole il sindaco Giuseppe Fanfani, insieme ai componenti la giunta comunale, ha accolto Anderson Birman, accompagnato dalla moglie  Maythe, in sala di consiglio alla presenza dei rappresentanti di Provincia, Camera di Commercio e Associazioni di categoria. Presenti anche l’araldo della Giostra e una rappresentanza degli Sbandieratori con il loro presidente Coppini.

Prosegue Fanfani: “grazie per aver scelto il nome della nostra città per un’azienda brasiliana che rappresenta uno dei più importanti marchi internazionali di vendita al dettaglio di calzature da donna in America Latina”.

Oggi la rete Arezzo & Co. ha oltre 300 punti vendita dislocati su 90 comuni in Brasile. Il marchio è presente inoltre in 50 città del mondo.

Insieme agli omaggi consegnati dal Sindaco e dai presenti, il Presidente della Camera di Commercio Sereni ha ringraziato Birman a nome delle associazioni di categoria aretine e reso omaggio al Presidente e fondatore di una società che porta il nome di Arezzo nel mondo e ricorda come “ la nostra città affonda le sue radici nelle botteghe del rinascimento e dove le aziende e le maestranze hanno una grande capacità del saper fare”.

Capacità e radici confermate anche dall’assessore provinciale Cutini che sottolinea le radici millenarie della provincia di Arezzo nelle opere e nelle produzioni e la voglia di sfidare nuove frontiere e di confrontarsi con i mercati internazionali. Il territorio provinciale rappresenta in Italia l’8% dell’export all’estero e ci auguriamo che questo legame speciale con l’azienda brasiliana di Birman possa consolidarsi”.

Onore e sorpresa nel trovare dall’altra parte dell’oceano un’azienda con il nome di Arezzo sono stati espressi dal vice Presidente di Confindustria Sanarelli.

Prima della lettura del bando della Giostra dell’Araldo dalla finestra della sala di Consiglio, Anderson Birman ha salutato e ringraziato dell’accoglienza e ha ricordato la storia dell’azienda e la scelta del nome.

“Già da piccolo avevo l’intuito di diventare commerciante. Quando avevo 18 anni, a seguito dei problemi sorti nell’azienda di famiglia, mio padre chiese  a me e a mio fratello Jefferson di aprire una nostra società. Abbiamo scelto il settore delle calzature e ci serviva un nome. E così il 18 settembre 1972 è nata Arezzo &Co per rendere omaggio alla tradizione e alle grandi marche italiane in questo settore e perché, percorrendo la mappa italiana, trovai questo nome forte che mi ha appassionato. Per Arezzo che è una città millenaria 42 anni sono nulla ma per la nostra azienda, nella situazione complessa del Brasile, 42 anni sono stati molto impegnativi. Abbiamo dovuto lavorare molto per consolidare nel mondo il nome Arezzo & Co.”.

Dopo il ricevimento in palazzo comunale, Anderson Birman ha assistito ad un’esibizione degli sbandieratori sul sagrato del Duomo ed è stato quindi accompagnato a visitare la Fiera Antiquaria, il Prato e la Fortezza. Ultimo appuntamento della mattina, la visita agli affreschi di Piero della Francesca nella basilica di San Francesco. Nel pomeriggio assisterà alla Giostra del Saracino.

 

Fonte:

Arezzo Notizie