Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 15 Dezembro 2018 - 00:33 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 15 Dicembre 2018 - 03:33
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
REDDITI, IN 5 ANNI PERSI 1000 EURO. PIÙ PENALIZZATI I LAVORATORI DIPENDENTI
 
 
 
 

Il mancato adeguamento dell`imposta all`inflazione, il "fiscal drag", ha determinato nel periodo tra il 2007-2012 un minor reddito disponibile.
A lanciare l`allarme è la Cisl che ha analizzato le dichiarazioni dei redditi elaborate dal suo Caf. Nel periodo in questione, la perdita è stata del 5,83% pari a circa 1000 euro. La Cisl, denuncia inoltre che negli ultimi anni l`aumento delle tasse, del 5% tra il 2010-12, ha quasi annullato l`incremento dei redditi, e sottolinea come sia stato molto forte l`aumento delle addizionali comunali e regionali: +6% rispetto al 2011 e oltre +31% sul 2010. Quanto alle fasce di reddito, la perdita ha penalizzato soprattutto quelle tra 10 e 55mila euro. Per quelle comprese tra 29 e 50mila euro la perdita supera il 6%, mentre restano marginalmente sfiorati dal fenomeno i contribuenti della no tax area, così come i redditi alti e medio alti. I lavoratori dipendenti subiscono più di tutti il mancato adeguamento del meccanismo Irpef all`inflazione e per loro la perdita di reddito cumulata, a valori 2012, è stimata al 6%.

 

Fonte:

Il Messaggero