Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 11 Dezembro 2018 - 09:34 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 11 Dicembre 2018 - 12:34
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
UN NUOVO PONTE FRA BRASILE E PARAGUAY
 
 
 
 
di  Lara B. Vargas.  Scritto  il  20 gennaio 2014  alle  6:00.

Brasile e Paraguay uniranno ancora le loro frontiere sul fiume Paraná, il secondo corso d’acqua del Sudamerica dopo il Rio delle Amazzoni, con un nuovo ponte i cui lavori inizieranno alla fine dell’anno. Si tratterà del secondo ponte comune per i due paesi dopo quello di Amistad, che collega la paraguayana Ciudad del Este alla brasiliana Foz de Iguaçú; la gara d’appalto è prevista a febbraio.RÍO PARANÁ

L’annuncio è giunto al termine di un incontro fra i ministri degli Esteri brasiliano, Luiz Alberto Figueiredo, e il suo collega, Eladio Loizaga, incontratisi ad Asunción. Un’occasione per fare il punto sulle relazioni bilaterali da cui è emersa al volontà di aumentare la cooperazione e portare avanti anche una “integrazione fisica”, come l’ha chiamata Loizaga, non solo con il nuovo ponte, ma anche con una connessione ferroviaria. “Abbiamo parlato di diverse questioni relative a questa integrazione, sempre più grande, frutto di un’amicizia profonda.

Qualcosa che è stato promosso anche grazie alla relazione fra i nostri due presidenti – la progressista Dilma Rousseff e il conservatore Horacio Cartes – qualcosa che facilita le nostre vite” ha detto Figuereido. Il ministro brasiliano ha riferito di aver discusso col collega anche di Mercosur, il Mercato comune del Sud, composto da Argentina, Brasile, Venezuela, Paraguay e Uruguay.

“Siamo molto felici perché il Paraguay sarà presente al prossimo vertice in Venezuela e questa forza che porta un’altra volta al Mercosur come socio fondatore per noi è molto importante” ha sottolineato il rappresentante di Brasilia, riferendosi alla crisi politica che nel 2012 portò in Paraguay alla discussa rimozione del presidente di centro-sinistra Fernando Lugo, ritenuta un ‘golpe’ istituzionale e sanzionata dallo stesso Mercosur con la sospensione del paese fino all’insediamento di Cartes, lo scorso agosto. Il summit è in programma il 31 gennaio a Caracas e sancirà a tutti gli effetti il rientro del Paraguay nel Mercosur.