Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 15 Dezembro 2018 - 19:00 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 15 Dicembre 2018 - 22:00
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
MONDIALE, IL BRASILE SI FERMA: NIENTE LAVORO NEI GIORNI DELLE PARTITE
 
 
 
 

24 maggio 2014 - RIO DE JANEIRO (Brasile)

 

In Brasile il calcio è una cosa sacra. Forse più sacra ancora di feste nazionali o religiose. Durante i Mondiali (il Brasile è l’unica nazionale che ha partecipato a tutti) è molto comune smettere di lavorare quando la Seleção scende in campo. E non solo quando il Paese ospita l`evento come accaduto nel 1950 e come accadrà fra meno di un mese. Ad esempio Oscar, ex asso di Caserta, Pavia e nazionale brasiliana di basket, ricorda che nel 2010 c’era tanto traffico a San Paolo in un giorno in cui la Seleção giocava in Sudafrica, tanto che lui si fermò in una stazione di servizio per vedere la partita di calcio in tv.
UFFICIALE — Una legge permetterà allo stato federale, ai singoli stati e ai comuni di decretare giorno festivo nelle date in cui sono in programma le partite della Seleçao o di altre nazionali in quella città. Non solo per accontentare i tifosi ma anche per evitare ingorghi di auto, visto il traffico caotico di alcune metropoli come Rio e San Paolo. Così finora Rio è la regina delle "vacanze": la "città meravigliosa" sarà sede di sette partite del torneo iridato, compresa la finale (in programma domenica 13 luglio) e ha già decretato tre giorni festivi: il 18 e 25 giugno e il 4 luglio. Ci sono città, poi, che hanno dato al cittadino la facoltà di lavorare o meno, mentre alcune scuole hanno anticipato a giugno o inizio luglio le vacanze di inverno (il Brasile è quasi completamente nell`emisfero australe) che di solito vengono concesse solo il settimo mese dell’anno.
 
le date — Ecco le feste decretate in altre sedi: San Paolo: 12 giugno, Brasile-Croazia, apertura del Mondiale; 9 luglio, festa statale. Il 19 giugno (Corpus Domini) è festa nazionale in tutte le città. Belo Horizonte, facoltativi il 17 e 24 giugno e l’8 luglio; Brasília, la capitale, facoltativi, il 15, 23, 26, 30 giugno e il 5 luglio, potrà averne tre in più se il Brasile passa di volta in volta il turno; Cuiabà, facoltativi il 13, 17 e 24 giugno; Curitiba,

facoltativi 16, 20, 23, 26 giugno; Fortaleza, festa il 17 e 24 giugno (forse il 4 luglio, se il Brasile giocherà in città), facoltativo il 12 e 23 giugno; Manaus (dove l’Italia affronterà l’Inghilterra il 14 giugno, un sabato), facoltativi il 18 e 25 giugno; Natal, facoltativi il 12, 13, 16, 17, 23, 24 (Italia-Uruguay), e il 29 giugno, domenica, è festa statale per San Pietro; Porto Alegre, facoltativi 12, 17, 18, 23, 25, 30 giugno (potrà averne tre in più se il Brasile passa di volta in volta il turno); Recife, 24 giugno festa comunale per San Giovanni, facoltativi 12, 17, 20 (Italia-Costa Rica) , 23, 26, 29 giugno (potrà averne tre in più se il Brasile passa di volta in volta il turno).
 
Fonte:
Gazzetta dello Sport