Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 15 Dezembro 2018 - 00:30 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 15 Dicembre 2018 - 03:30
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
L`UGL CONTRO RENZI: `E` GRAVE CHE ACCUSI I POLIZIOTTI DI RICATTO`
 
 
 
 

Non sono assolutamente piaciute ai rappresentanti dei lavoratori le parole con le quali Matteo Renzi ha risposto alle proteste dei tutori dell’ordine, dopo l’ulteriore blocco dei contratti.

"E` grave anche solo accostare la parola `ricatto` alla parola `sciopero` o a quella `rivendicazione", ha detto il segretario generale dell`Ugl, Geremia Mancini, commentando le parole di Matteo Renzi sull`annuncio, da parte dei rappresentanti delle forze dell``ordine, di uno sciopero per il blocco dei contratti, aggiungendo che "da sempre, e così continuerà ad essere, che piaccia o no al premier Renzi, lo sciopero rappresenta uno dei pochi strumenti dei lavoratori per poter far valere ed affermare le proprie ragioni e far ascoltare la propria voce. E, in un momento in cui ogni giorno di più assistiamo all``impoverimento di lavoratori e pensionati, è purtroppo, inevitabile che se ne torni a parlare".

"Il compito di Renzi- aggiunge Mancini- non è dunque quello di delegittimare uno strumento grazie al quale le classi più deboli hanno conquistato spazi di libertà e di conquiste sociali, al contrario è quello di evitarlo con azioni ed interventi concreti, ad oggi solo ripetutamente annunciati, che ripristino regole e diritti, aiutando il rinnovamento del Paese, sostenendo gli ultimi e, soprattutto, creando lavoro", conclude il segretario dell’Ugl.

 

Fonte:
Il Giornale d`Italia