Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 11 Dezembro 2018 - 02:50 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 11 Dicembre 2018 - 05:50
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
IN BRASILE LA PEGGIORE SICCITÀ DA 80 ANNI
 
 
 
 

La peggiore siccità degli ultimi 80 anni. Il Brasile, già fiaccato da una crisi economica che ormai si riverbera sulla classe media, vive una fase meteorologica che sta mettendo in ginocchio gli agricoltori di tre macro regioni del Paese.

Il ministro dell`Ambiente, Izabella Teixeira, riunita in un vertice di emergenza a Brasilia, ha dichiarato che si tratta di una grave siccità e ha chiesto ai 3 stati più popolati del Brasile (San Paolo, Rio de Janeiro e Minas Gerais) di prestare attenzione al consumo di acqua.
Il ministro dell`Energia, Eduardo Braga, ha dichiarato che la situazione è effettivamente “grave” anche se non vi sono ancora i presupposti per procedere con “un razionamento energetico”.

Già nei giorni scorsi decine di comuni hanno iniziato a razionare l`acqua; tuttavia il governo di Dilma Rousseff teme che il razionamento possa danneggiare l`industria e l`economia del Paese

Alcune centrali idroelettriche, dovendo fronteggiare il razionamento, hanno ridotto la loro capacità produttiva.

La centrale di Cantareira, che serve un bacino di 8,2 milioni di abitanti, ha diminuito la produzione del 5,2%, a dispetto delle piogge che si sono abbattute nella regione
Lo scienziato Antonio Nobre, biochimico dell`Inpe (Istituto nazionale biogeochimico di ricerche spaziali) sostiene che la costante distruzione della Selva amazzonica sta perdendo la sua funzione di “regolatore del clima”. Gli effetti, per una area compresa tra le Cordigliera delle Ande, San Paolo e Buenos Aires, sarebbero catastrofici.

 

Fonte:
Il Sole 24 Ore