Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 11 Dezembro 2018 - 09:34 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 11 Dicembre 2018 - 12:34
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
RIMBORSO PENSIONI, RENZI PER IL RINVIO PADOAN E UE: SERVE SOLUZIONE RAPIDA
 
 
 
 

Le conseguenze della sentenza della Consulta sulle indicizzazioni preoccupano Palazzo Chigi, che potrebbe intervenire per decreto

09:39 - Un decreto per rinviare a settembre i rimborsi congelando così il forte impatto che la sentenza della Consulta sull`indicizzazione delle pensioni avrà sulle casse dello Stato. E` la proposta lanciata dal premier, Matteo Renzi. Il rinvio, però, sembra non piacere a tutti: il ministro dell`Economia, Pier Carlo Padoan, non ha nascosto le sue perplessità mentre l`Ue, solo pochi giorni fa, ha chiesto di risolvere la questione al più presto.

Rimborso pensioni, Renzi per il rinvio Padoan e Ue: serve soluzione rapida

Conti alla mano, il presidente del Consiglio, secondo la ricostruzione del Messaggero, è salito mercoledì al Quirinale per spiegare al Capo dello Stato Mattarella come il "peso finanziario della sentenza obblighi il governo" a valutare l`impatto sui conti pubblici con la legge di Stabilità di settembre.

Con il decreto, che potrebbe essere licenziato già lunedì, non solo il governo prenderà tempo ma bloccherà sul nascere anche la pioggia di ricorsi che rischia di inondare Palazzo Chigi.

Renzi avrebbe anche individuato nell`articolo 81 della Costituzione un valido alleato. Sebbene una legge del 1988 vieti al Parlamento di adottere provvedimenti che sospendano l`applicazione delle sentenze della Corte costituzionale, la Carta impone il pareggio di bilancio. E 12 miliardi di euro varrebbero decisamente il rinvio.

E non bisogna dimenticare la campagna elettorale in corso: a fine maggio si vota e, prendendo tempo, il premier riuscirebbe a evitare qualsiasi impatto negativo sui consensi. Sembra ormai certo, infatti, che il rimborso non riguarderà la totalità degli interessati e questo non potrà che creare parecchi malumori.

 

Fonte:
Tg com 24