Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 15 Dezembro 2018 - 00:29 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 15 Dicembre 2018 - 03:29
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
BILANCIO POSITIVO PER LA MISSIONE BRASILE
 
 
 
 

Si e` conclusa la Missione Governo, Regioni, Sistema Camerale in Brasile, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con le Regioni, con il supporto dell`Ice-Agenzia per la promozione all`estero e l`internazionalizzazione delle imprese italiane e la partecipazione del Sistema Camerale. 

A meno di una settimana dal termine dell`iniziativa, si intravedono già i primi feedback per l`avvio delle attività di follow up. La Missione ha visto il coinvolgimento di circa 230 imprese, selezionate tra le 700 che hanno aderito al progetto, ed ha avuto carattere plurisettoriale, con focus specifici su Aerospazio, Agroalimentare, Agroindustria, Automotive, Contract, Edilizia, Energia, Housing sociale, Legno-Arredo, Logistica, Meccanica, Nautica e Sistema Moda.

Le attività, dopo la sessione plenaria, si sono articolate sulle città di San Paolo, San Josè Dos Campos, Curitiba, Santos e Belo Horizonte sulla base delle specializzazioni territoriali. Grande apprezzamento è stato espresso non solo dal Ministro brasiliano dello Svilupppo Industria e Commercio Fernando Pimentel e dal Ministro Segretario Generale della Presidenza della Repubblica Gilberto Carvalho, ma anche dallo stesso Paulo Skaf, Presidente Fiesp - Federazione delle Industrie dello Stato di San Paolo, che nel discorso di conclusione dei lavori del FORUM Economico Italia Brasile ha definito la Missione come "la più qualificata e mirata che sia mai stata ospitata presso la FIESP", impegnandosi a offrire il massimo supporto agli imprenditori italiani presenti e a quelli che parteciperanno alle future missioni in Brasile.
 

Fonte:
Tribuna Economica