Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 22 Outubro 2017 - 01:35 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 22 Ottobre 2017 - 04:35
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália

CITTADINANZA TRENTINI

RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA AI DISCENDENTI DELLE PERSONE NATE NEI TERRITORI APPARTENENTI ALL'IMPERO AUSTRO-UNGARICO

Istruzioni del Ministero dell'Interno in relazione all'applicazione della legge 379/2000 concernente: "Disposizioni per il riconoscimento della cittadinanza italiana alle persone nate e già residenti in territori appartenuti all'Impero austro-ungarico ed ai loro discendenti"
I beneficiari della norma sono i discendenti delle persone nate in territori appartenuti all'Impero austro-ungarico ( i territori delle attuali province di Trento, Bolzano e Gorizia ed i territori già italiani ceduti alla Jugoslavia in forza dei Trattati di Pace di Parigi del 10.02.1947 e di Osimo del 10.11.1975) , che hanno lì risieduto e che sono emigrate all'estero nel periodo compreso tra il 25.12.1867 (data di costituzione dell'Impero austro-ungarico) ed il 16.07.1920 (data di efficacia internazionale del Trattato di San Germano) .
Hanno diritto al riconoscimento della cittadinanza italiana soltanto i discendenti in linea paterna fino al 31.12.1947 ed anche i discendenti in linea materna a partire dal 01.01.1948.
Inoltre, hanno diritto al riconoscimento della cittadinanza italiana soltanto gli appartenenti al gruppo linguistico ed etnico italiano.
Gli interessati dovranno presentarsi personalmente in questo Consolato Generale per sottoscrivere una dichiarazione nei registri di cittadinanza del Consolato; la dichiarazione è prevista dalla legge 379/2000 per ottenere il citato riconoscimento.


Documenti da consegnare con le relative fotocopie:

  1. Certificato di nascita in originale dell'interessato al riconoscimento della cittadinanza italiana
  2. Documento comprovante l'attuale residenza. A tal fine è necessario presentare: notifica della "Receita Federal" relativa all'ultimo esercizio o tagliando recente della pensione (se l'interessato non dispone di nessuno dei due, presentare, a seconda del caso, l'iscrizione alla "Receita Federal", una bolletta recente della luce, una dichiarazione rilasciata dall'Istituzione scolastica comprovante la frequenza nel semestre relativo alla presentazione della documentazione).
  3. Certificato di nascita e documentazione comprovante la residenza dell'ascendente nei territori sopra indicati, il certificato di matrimonio dell'ascendente, e la serie dei certificati di nascita e di matrimonio necessaria a comprovare la discendenza dell'interessato. Tutti i certificati di nascita e di matrimonio brasiliani dovranno avere la firma riconosciuta in un "Tabelionato" di questa circoscrizione consolare.
  4. Traduzione in italiano effettuata da un traduttore (vedi l'elenco dei traduttori in www.italconsul.org.br)
  5. Documentazione idonea a dimostrare che l'emigrazione dell'ascendente è avvenuta nell'arco temporale compreso tra il 25/12/1867 ed il 16/07/1920 (passaporto o lasciapassare, certificato di sbarco ecc.). Se l'ascendente è nato in una data compresa nel periodo suddetto, non necessario presentare i documenti indicati in questo punto 5).
  6. Fotocopia autenticata della carta d'identità brasiliana dell'interessato.
  7. Attestazione rilasciata da Circoli, Associazioni, Comunità di italiani presenti nel luogo di residenza contenente elementi idonei ad evidenziare l'italianità dell'interessato, quali: a) livello di notorietà dell'appartenenza al gruppo etnico-linguistico italiano dell'interessato e dei suoi ascendenti; b) dichiarazione di appartenenza nazionale; c) data di iscrizione all'organismo che rilascia l' attestazione.
  8. Ogni altro documento utile a comprovare l'appartenenza al gruppo etnico-linguistico italiano (per es.: copie autenticate di attestati di frequenza a scuole di lingua italiana o pagelle scolastiche, corrispondenza familiare ecc.)

Le persone interessate al riconoscimento della cittadinanza italiana dovranno presentare anche una specifica scheda anagrafica compilata e firmata (vedi modello in allegato).
Si informa inoltre che non sarà necessario presentare i documenti indicati ai punti 3) e 4) nel caso in cui tali documenti siano stati già presentati da parenti dell'interessato.

Per la consegna dei documenti e per la dichiarazione, prendere contatto direttamente con i Circoli Trentini sotto elencati:

Circolo Trentino Di Jundiai
Presidente: Orlando Steck Filho
Sitio dos Anjos - Bairro Traviù
Caixa Postal 2169
13208-990 Jundiaí - SP
tel: (11) 96476164
e-mail: jundiai@trentini.com.br

Circolo Trentino Di Piracicaba
Presidente: Camila Vitti
Rua São Benjamim, 20 - Cx. P. 181
Bairro Santana
13400-970 - Piracicaba - SP
tel. (19) 34250302 - fax: (19) 34636178
e-mail: piracicaba@trentini.com.br

Circolo Trentino Di Pedrinhas Paulista
Presidente: Velia Cimonetti Chiqueto Picolo
Rua das Hortências, 142 - Centro
19865-000 - Pedrinhas Paulista - SP
tel .: (18) 33751118
e-mail: pedrinhas@trentini.com.br

Circolo Trentino Di San Paolo
Presidente: Edda Dalla Zana
Rua Emboaçava, 496 – apto. 141
03124-010 São Paolo – SP
tel: (11) 6128.1475
e-mail: sanpaolo@trentini.com.br
sito: www.trentinosp.hpg.com.br

Consultor Da Provincia Autonoma Di Trento
José Eraldo Stenico
Rua Treze de Maio, 704 - Centro
13450-035 - Santa Bárbara d'Oeste - SP
tel. (19) 3455.2420 - fax: (19) 3463.6178
e-mail: stenico@adv.oabsp.org.br

Fonte: Consolato Generale d'Italia di San Paolo

 

CITTADINANZA SAMMARINESI

O Patronato Enas estabeleceu um acordo de colaboração com o Consulado de San Marino em São Paulo para orientação técnica e administrativa aos descendentes Sammarinesi.

Il Patronato Enas ha siglato un accordo di collaborazione con il Consolato di San Marino di San Paolo per l'assistenza tecnica e amministrativa ai discendenti

 

Legge 27 Marzo 1984 nº 32
Legge 31 gennaio 1996 nº6

www.consigliograndeegenerale.sm/index.php3