Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 15 Dezembro 2018 - 19:02 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 15 Dicembre 2018 - 22:02
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
MOODY`S CASTIGA IL BRASILE: POCA CRESCITA E SCARSE INFRASTRUTTURE
 
 
 
 

La società internazionale di rating Moody’s ha tagliato l’outlook del credito per il Brasile da ‘positivo’ a ‘stabile’, nonostante l’economia del gigante sudamericano abbia mostrato qualche segno di ripresa negli ultimi sei mesi. Moody’s ha mantenuto il rating sui bond governativi a Baa2, equiparando il Brasile a Paesi come l’Italia e il Perù, e mettendolo ad un gradino inferiore rispetto a Messico e Sudafrica. Secondo il report della società di rating, la decisione è stata presa a seguito di “prove che il Brasile stia attraversando un periodo di crescita lenta” considerato che le previsioni per il 2013 parlano di una crescita attesa di poco superiore al 2 per cento. Altri fattori citati sono “il continuo ricorso al debito” e un debole rapporto “debito/Pil e investimenti/Pil”.

Moody’s ha anche criticato il fallito tentativo di affrontare problemi fondamentali, quali le infrastrutture deficitarie. Infine “un deciso deterioramento nella fiducia degli investitori, come evidenziato dagli ultimi dati relativi al Business Confidence Index, limitano ulteriormente le possibilità che l’economia brasiliana torni a crescere in modo sostenuto nel breve periodo”.

L’outlook negativo segue quello Standard and Poor di inizio anno. Gli ultimi dati rilasciati dalla Banca centrale brasiliana, indicano che la maggiore economia latinoamericana dovrebbe crescere del 2,47%, percentuale in aumento rispetto al 2,4% previsto precedentemente.

 

Fonte:
First Online