Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 17 Dezembro 2018 - 15:09 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 17 Dicembre 2018 - 18:09
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
NAPOLITANO A SAN MARINO: SINCERA AMICIZIA E PROFONDO RISPETTO NEI RAPPORTI TRA I NOSTRI POPOLI E I NOSTRI PAESI
 
 
 
 

 alt

ROMA aise - Erano 24 anni che un Presidente della Repubblica non andava in visita ufficiale a San Marino. Oggi Giorgio Napolitano ha visitato la piccola Repubblica, accolto dai Capitani Reggenti, Valeria Ciavatta e Luca Beccari, in Piazza della Libertà.

Dopo gli onori militari, a Palazzo Pubblico al Capo dello Sato è stata conferita l`insegna di Gran Collare dell`Ordine Equestre di San Marino.
Nel suo indirizzo di saluto, Napolitano ha citato la precedente visita di Cossiga, definendo la sua occasione per “riaffermare, in un clima di rinnovata e reciproca fiducia, i sentimenti di antica e sincera amicizia, e di profondo rispetto, che animano i rapporti tra i nostri popoli e i nostri Paesi”.

“Onorato” per l’onorificenza ricevuta, Napolitano ha aggiunto che “l`Italia nutre per l`esemplare, nobile storia della Repubblica più antica del mondo, per il suo attaccamento a valori di democrazia e libertà, un`ammirazione sincera”.
“A settantacinque anni dalla firma della Convenzione bilaterale di Amicizia e Buon Vicinato, che costituisce il fondamento istituzionale dei nostri rapporti, - ha proseguito il Presidente – le relazioni italo-sammarinesi sono avviate ad assumere un`intensità e uno spessore senza precedenti, anche grazie alle recenti scelte, non sempre agevoli, ma certamente lungimiranti e coraggiose, compiute dal Vostro Paese in ambito economico-finanziario, sia sul versante bilaterale che europeo. L`entrata in vigore della Convenzione per evitare le doppie imposizioni, e la rimozione di San Marino dall`elenco dei Paesi a fiscalità privilegiata sono solo le più vicine e concrete manifestazioni della validità e vitalità del percorso intrapreso dalla Serenissima Repubblica per dissipare ogni dubbio sulla determinazione con la quale qui ci si adopera per la completa eliminazione di fenomeni distorsivi e di ostacoli a uno sviluppo economico virtuoso”.
“È mio vivo auspicio – ha aggiunto – che San Marino e Roma proseguano con rinnovato slancio e vigore questo percorso condiviso e limpido, in ossequio alle giuste aspirazioni dei cittadini, e tra loro soprattutto dei giovani, dei nostri Paesi”.

Napolitano ha quindi voluto evocare “l`importanza del comune capitale umano costituito dal lavoro italiano nella Repubblica di San Marino. I nostri lavoratori frontalieri costituiscono infatti una risorsa preziosa, che contribuisce a rendere ancor più dinamico, sinergico e prospero il rapporto tra i nostri Paesi”. Il Presidente di è detto, quindi, “convinto che proprio questo legame, fondato sulla collaborazione e sul comune impegno in tutti gli ambiti delle relazioni bilaterali, troverà un`ulteriore occasione di rafforzamento nell`Esposizione Universale di Milano”.
“Le nostre comunità, nel più rigoroso rispetto delle rispettive diversità, hanno condiviso aspirazioni, interessi ed ideali. Questo comune sentire – ha sottolineato ancora Napolitano – può essere oggi fonte d`ispirazione e punto di forza per individuare insieme le soluzioni più adeguate per far fronte alle sfide comuni del nostro tempo. La difficile crisi economica che stiamo attraversando ha favorito una pericolosa frammentazione degli interessi ed il rafforzamento di sentimenti contrari allo spirito dell`integrazione europea, mettendo a dura prova la capacità delle Istituzioni nazionali ed europee di alimentare fiducia nel futuro e di opporre alla logica del declino quella del coraggio e dell`iniziativa”.

“Ancora una volta, può essere d`ispirazione e conforto l`ancor viva memoria storica dell`emigrazione sammarinese ed italiana”, ha aggiunto. “A quella determinazione, a quella visione di operosa speranza nel futuro è opportuno guardare oggi con rinnovata convinzione e fiducia. Siamo fiduciosi che i passi compiuti insieme per l`affermazione di una più chiara e articolata cooperazione tra i nostri sistemi economici e produttivi possano condurci a sinergie ancora più profonde e creative, in ogni settore. Sono un`opportunità che possiamo e dobbiamo cogliere, attingendo alla varietà e alla ricchezza delle relazioni bilaterali, anche nella già richiamata prospettiva di una rinnovata configurazione dei legami di San Marino con l`Unione Europea”.

 

Fonte:
(aise)