Home Quem somos Legislação Estatuto Mensagem do Presidente Contato

São Paulo, 17 Dezembro 2018 - 15:05 PATRONATO ENAS BRASIL    Roma, 17 Dicembre 2018 - 18:05
Aposentadoria/Pensioni
- INPS
- INSS
- Acordo Internacional
Cidadania Italiana
- Orientação
- Traduções
- Trentini/Sammarinesi
Destaques
Notícias
Links Úteis
Informações
- Brasil
- Itália
CINEMA IN LUTTO, È MORTA L’ATTRICE VIRNA LISI
 
 
 
 

 

Il cinema italiano, ma anche la televisione, perde una grande protagonista: è morta Virna Lisi. Il figlio Corrado, che ha dato la notizia, ha detto che la madre si è spenta tranquillamente nel sonno. Solo un mese fa la popolare attrice, 78 anni, aveva scoperto di avere una malattia incurabile.  

 

Si sarebbe dovuta chiamare Siria Pieralisi ma nel 1936 la Siria non era un paese alleato dell’Italia ed allora il padre inventò su due piedi il nome Virna scoprendo che si trattava di un nome realmente esistente. Virna Pieralisi nasce ad Ancona l’8 novembre del 1936. Muove i primi passi nel cinema prestissimo, all’età di 14 anni, all’inizio degli anni cinquanta scoperta dal cantante ed attore Giacomo Rondinella dopo il suo trasferimento con la famiglia da Jesi a Roma nonostante la contrarietà del padre. All’inizio interpretò i classici ruoli sentimentali dell’epoca come in «Le diciottenni» (1955), ma il grande successo era arrivato con la tv, grazie allo storico sceneggiato televisivo Rai «Ottocento» con Sergio Fantoni e Lea Padovani. Il 25 aprile del 1960 aveva sposato l’allora presidente della Roma l’architetto Franco Pesci, da cui aveva avuto un figlio, Corrado.  

 

Vincitrice di sei Nastri d’argento, condivideva con Margherita Buy il record di premi vinti nella manifestazione organizzata dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. Molti i riconoscimenti vinti nel corso della sua luminosa carriera. Tra questi anche un Prix d’interprétation féminine a Cannes e due David di Donatello. Dopo il matrimonio l’attrice annunciò il suo ritiro dalle scene per dedicarsi alla famiglia, ma dopo un anno tornò sulla sua decisione e partecipò prima ad alcuni famosi sceneggiati Rai poi comparve in numerose commedie all’italiana per il grande schermo e contemporaneamente recitò in numerosi spettacoli teatrali, diretta fra gli altri da Giorgio Strehler e Luigi Squarzina. Amata anche dal cinema francese che la impegnò in diversi titoli, Virna Lisi nel 1963 rifiutò la parte della bond-girl in «Dalla Russia con amore» al fianco di Sean Connery. 

 

L’attrice avrebbe dovuto prendere parte ad una fiction prodotta da Mediaset, le cui riprese si sarebbero svolte nei prossimi mesi. Recentemente, Virna Lisi aveva subito il grande dolore per la perdita dell’amato marito Franco Pesci, venuto a mancare il 23 settembre 2013 dopo una grave malattia. I due erano sposati da 53 anni. Fra le ultime testimonianze del carattere indomito e insofferente dell’attrice fece scalpore la sonora bocciatura che riservò al lodatissimo film «La grande bellezza», in una intervista al Fatto Quotidiano: «Devo dire quello che penso? Il film di Sorrentino, La Grande Bellezza l’ho trovato orrendo. Una brutta copia de La dolce vita, senza un solo spunto che fosse originale. Lo so che mi odieranno, ma non me ne frega niente». Poche parole che racchiudono il suo carattere e le sue scelte di vita e di lavoro. 

 

Fonte:
La Stampa